Ciao Stella ho deciso di scriverti la mia storia, che nn so come finirà, ma so per certo come è iniziata e spero dia sostegno e consiglio a quanti stanno affrontando o affronteranno lo stesso percorso. Il tutto inizia ad Agosto da un male al braccio in vacanza a Medjougorie con gli amici,tornata in Italia faccio mille accertamenti e nn mi trovano nulla, intanto il male passa da solo e io me ne scordo…ma due mesi dopo iniziano un pò di tosse, febbre che va e viene, vampate di calore e stanchezza che io accolpavo alla scrittura della tesi e la dottoressa che continua a darmi areosol pensando fosse un virus…purtroppo in un mese nulla se ne va e la dottoressa mi manda a fare una lastra dove si vede un addensamento alla zona del mediastino, il radiologo consiglia una tac, la dottoressa da per scontato sia un focolaio..continuo gli aerosol e poi vado da una pneumologa e quel giorno mi è crollato il mondo addosso…alla visita con mia madre mi dice urlando che ero grave e potevo avere un tumore!!!Li il mondo mi è crollato addosso…e vedere gli occhi di mia madre piangere…infatti chiedo solo una cosa al Signore, se nn dovessi farcela, di nn far stare male nè i miei nè mia sorella e i miei due fratelli, perchè nn ce la farei a saperli così…prenoto una tac d’urgenza e li il mondo diventa ancora più nero,la fame svanisce e tutto sembra fermarsi e io mi chiedo..ma posso curarmi??il responso della tac nn fu per niente incoraggiante..massa 9x8x12 al mediastino e piccoli nuduli ai polmoni, ai reni e due al pancreas…di corsa vado a casa del papà della bimba dove facevo la baby sitter che è un chirurgo e guardandomi,molto tranquillamente mi dice: è una malattia del sangue secondo me, qualche mese e si cura..facciamo la biopsia in settimana e poi chiamo l’ematologia e gli parlo di te…fatto tutto intanto arriva il giorno della mia laurea, 3 anni di sacrifici e il sogno di una vita, l’unica laureata in famiglia, la gioia dei miei genitori..io che pur preoccupata evitavo di fargli pesare questo, volevo fossero soddisfatti..107/110..lo ero anch’io e mi domandavo: chissà se riuscirò mai a iscrivermi alla specialistica a Chioggia, mi hanno già accettata, chissà se riuscirò a diventare una biologa marina come ho sempre sognato??Ma la sera della laurea mi sento male, di corsa al pronto soccorso e dopo 3 giorni arrivo in ematologia…ancora il nome di tutto ciò per me era malattia del sangue, ancora la parola curabile voleva dire guaribile…ora so che malattia è tumore e curabile vuol dire avere speranza ma nn sapere cosa c’è domani! 3 anni fa in quella stessa ematologia, il Seragnoli di Bologna, ci persi mio zio per una leucemia fulminante…e ora mi ci trovo a combattere io!!!!Arrivata in ospedale mi fanno mille domande e io tranquilla come il sole penso a tutto furchè all’essere in pericolo, mi fanno biopsia al midollo, esami del sangue e infine la diagnosi: linfoma non hodgkin a grandi cellule B primitivo del mediastino 4 stadio, midollo pulito…mah..5 giorni di cortisone per arrivare alla prima chemio protocollo R-MACOP-B…faccio la prima, il giorno dopo a casa,poi torno due giorni, poi di nuovo a casa, finche dopo 20 giorni non mi dimettono del tutto…i medici che mi visitano tutte le mattine dicono che andiamo benissimo, i primi linfonodi si sn sgonfiati dopo la prima chemio, mi dicevano che non ero in pericolo di vita, che mi curavano per i miei prossimi 50 natali…e io fiduciosa che ridevo. Ho iniziato a Gennaio il day hospital, solo che nn ci sn mai i medici ma solo gli specializzandi perchè è una clinica universitaria, anche se il prof. Zinzani mi ha assicurato che c’è sempre lui dietro ogni decisione e visita,che sono la più piccola dell’ematologia e tutti i medici mi vogliono bene e vogliono farmi stare bene,però io ho molta paura e vorrei essere seguita un pò di +, dato che le specializzande hanno abbattuto ogni mia certezza…già dalla prima volta che mi hanno vista hanno detto che avrei potuto essere tra i pochi che nn reagiscono alla chemio, a metà, dopo la pet, hanno detto che non se l’aspettavano negativa già a metà e la massa notevolmente ridotta, che insomma io sono un 4 stadio, sn grave etc…mentre il mio professore ha detto che lo stadio della malattia per il tipo di linfoma che ho io, peculiare, lo stadio non conta!!! Premetto che il protocollo che faccio io ha portato all’80% di remissioni complete…e la ricaduta della malattia è circa 12% nei primi due anni..soprattutto nel primo…ora uno specializzando umano ha detto che ho tutte le possibilità di guarire, di nn avere ansia, però il mio cervello con tutte quelle storie è entrato in pappa e ora ho bisogno dello psicologo!Mancano 17 giorni alla fine della terapia, poi passerà un mese e rifaremo pet e tac..il prof dice che non è detto che dopo debba fare altro, vedremo alla fine…tutti sono ottimisti, ma loro non sono malati! Ho sognato da quando ero bambina di arrivare ad essere una dottoressa ed ora non mi ricordo neanche di essermi laureata..sono qua,a 22 anni cn poche forze e tanti mal di schiena, papà che ha 62 anni deve tirarmi su dal divano perchè faccio fatica, gonfia di cortisone, senza capelli..i miei lunghi capelli neri..e senza ciclo..e forse senza un futuro!! Il mio ragazzo mi è rimasto vicino, tutti i miei amici e la parrocchia dove faccio la catechista prega per me…mi sn accorta di quanta gente meravigliosa il Signore mi ha donato..e per questo lo ringrazio tanto! Quando vedo i miei bimbi mi commuovo, chissà se potrò tornare a passare le domeniche con loro?! Io ho la voglia e la forza di combattere, ma nn so quanto possa servire…dicono di avere pazienza, ma quanta?? è da Novembre che sto lottando con questa schifezza..faccio solo passeggiate perchè non  posso frequentare luoghi affollati..e disinfetta le mani continuamente..e prendi 400 medicine in una volta…e ora le punture per i fattori di crescita che mi fanno un male atroce…e tutto questo con quale certezza?! So che questa battaglia generalmente si vince, lo dimostrano le tante storie che ci sono, di persone che hanno combattuto la malattia quando ancora le cure erano meno efficaci anche…però alle volte la voglia di dire basta, se devo morire fatemelo fare degnamente, senza essere un relitto del mondo, c’è!! Fino a qualche mese fa pensavo che avrei voluto sposarmi presto ed essere una mamma giovane, ora non so neanche se sarò mai madre…se diventerò grande, perchè non è vero che essere giovani vuol dire avere una marcia in più…tanti ragazzi muoiono con questa malattia!! Non voglio morire…non voglio lasciare mamma e papà…non voglio smettere di vedere il sole e voglio continuare a vedere il mare..il mio adorato mare nel quale vorrei vivere…perchè? perchè non posso fare il progetto di riprendere a studiare a ottobre cm invece fanno tutti??perchè devo vivere la mia età di stenti e tentennamenti,mentre tutti la fuori corrono e si divertono e non pensano al domani, se ci sarà o no, perchè non lo facevo neanche io fino a qualche mese fa…e ora invece mi alzo sperando non sia l’ultimo giorno…è ingiusto vivere  a 22 anni così, senza capire cosa sta accadendo e dove andrai…prego tanto il Signore e se me lo merito chiedo di andarmene senza dolore se mai sarà…e soprattutto senza creare dolore in chi mi vuole bene!!Perdona lo sfogo…ma sono i miei 22 anni..che tra 4 mesi potrebbero non essere 23..e questo mi fa molta tristezza,però voglio combattere per quello che serve!!!

Arianna (Yanna)

46 commenti

  1. ciao..mi chiamo arianna e ho quasi terminato le chemio per un linfoma primitivo del mediastino in 4 stdio..a metà ciclo la mia pet era negativa,ma ho tanta paura che la cura nn stia + facendo effetto..avrei bisogno di qualcuno che mi dicesse che è raro morire di linfoma oggi vero??ho 22 anni e tanta voglia di vivere ancora…

  2. ciao Yanna..non devi assolutamente avere paura, conosco diverse persone che sono nella tua stessa situazione e ti assicuro che per quel tipo di patologia, oggi le cure sono molto efficaci, in grado di neutralizzare il decorso della malattia! stai tranquilla 😉 dovrai soltanto seguire le indicazioni del tuo medico e avere tanta fiducia 🙂 un abbraccio immenso

  3. ah, un’altra cosa..non dare retta alle idiozie che dicono su internet circa il linfoma.. pensa alla tua voglia di vivere e conquista il mondo con le mani e col sorriso 😀

  4. Yanna, io non posso dirti se a 22 anni si possa o no morire di di linfoma mediastino; le parole che mi va di scriverti vengono però dal cuore perchè anch’io credo che non sia giusto che alla tua età possa capitarti una cosa così; se hai letto le varie storie che ci sono su questo sito avrai capito che tutti coloro che hanno provato sulla loro pelle una grave malattia ci hanno messo tanto del loro per combatterla fino in fondo. La tua malattia ti ha lanciato una pesante sfida, la medicina di oggi ti può dare delle armi significative per sconfiggerla, ma è soprattutto il condottiero (la tua testa) che deve sempre avere la mano ferma per usare tutte queste armi. La tua forza di volontà avrà alti e bassi, ma non deve mai cessare di farsi benzina per proseguire sempre il viaggio verso la vittoria.Hai l’età di mio figlio e non posso immaginare che la tua voglia di vivere e godere della vita si possa mai esaurire, ti rivolgo una preghiera, rendi la vita difficile alla tua malattia, mettigli tutti gli ostacoli che puoi, crea scompiglio nel suo cammino, e giorno per giorno mortificala dicendogli ANCHE OGGI HO VINTO IO.
    Ti mando un abbraccio e se me lo permetti in una preghiera a Dio penserò a una ragazza che da domani dovrà dire alla sua malattia “oggi ho vinto io”.
    Ciao Yanna, ti volgio ritrovare presto su questo sito, un abbraccio, Armando V.Bergamo

  5. Carissima Yanna,
    ho 22 anni come te e vorrei poterti scrivere tante parole, sperando che almeno qualcuna possa rassicurarti. Non sto qui a dirti banalmente di non preoccuparti o di pensare al meglio; so che è impossibile.
    Vorrei solo darti la forza di credere che la vita ci dà sempre una possibilità. Non sappiamo purtroppo come o quando, ma ci hanno insegnato che le statistiche non esistono, che invece ci sono i miracoli e che oggi è possibile GUARIRE.
    Certo, ci si sente instabili e impauriti. Nessuno può capirlo, se non chi ci è passato. Ed è per le testimonianze di chi ce l’ha fatta che devi continuare ogni giorno ad alzarti almeno cercando di trovare il meglio durante la giornata, che può essere un sorriso, una carezza, una canzone, delle parole di una banale ragazza come me che ti chiede di avere coraggio. Il male si spaventa quando vedere il bene. La morte se la prende con chi è solo, con chi ha paura Tu invece hai tanta voglia di vivere e , credimi, spesso è quel qualcosa in più che serve per dare un calcio definitivo a questo schifo di malattia.
    Nessuno può dirci cosa ci accadrà domani, ma noi sappiamo cosa può accaderci oggi. E’ quello che conta, perchè a 22 anni la tua vita non può e non deve fermarsi. L’arcobaleno esiste per questo motivo: perchè bisogna sopportare la pioggia per vedere il sole e tutto il dolore che provi oggi è solo un dolore di guarigione.
    Ti abbraccio forte e se posso farei volentieri qualcosa in più.
    Non esitare a chiedere

  6. ciao arianna, cerca di essere positiva, vedrai che andra’ tutto bene…… io ho avuto la tua esperienza 14 anni fa ho avuto alti e bassi xro’ si PUO’VINCERE ANZI SI DEVE VINCERE XCHè DI LINFOMA SI GUARISCE ti abbraccio e ti faccio un in bocca al lupo. ANNA

  7. Ciao yanna, ormai con le cure hanno fatto passi da gigante, ma come ti hanno scritto gli amici arcobaleniani, la terapia migliore è credere in se stessi ed essere sempre ottimisti…credimi funziona!!!
    E come ti ha scritto uno dei tanti, non starti ad arrovellare il cervello cercando su intert, ci sono solo parole pesanti, difficili, e ma ognuno ha il suo percosrso..quindi forza e coraggio e avanti tutta!!

  8. Piccola Yanna pensa a tutte le cose che vuoi fare e che farai!e dopo quello che hai passato saranno non 10, non 100, non 1000 ma milioni di volte più intense di quello che immagini, perchè sarà meraviglioso ed unico viverle, assaporarle!
    Per me è stato così. Tutti noi ci saremmo risparmiati volentieri sofferenza e paura, ma purtroppo è successo. Una cosa però la comprendi a fondo, quanto sia meravigliosa la vita!Quindi forza forza, pensa in positivo, abbattersi è umano ma credi in te stessa e troverai un’energia che nemmeno tu avresti mai pensato di avere!
    Ti mando un abbraccio
    Marianna

  9. Yanna, io sto attraversando l’esperienza della leucemia come genitore di una bambina di 5 anni. Cancella la parola Paura dal tuo vocabolario. Programma il tuo futuro ogni giorno. Nell’esperienza che stiamo vivendo noi genitori e la nostra piccola abbiamo imparato molte cose che diversamente non avremmo mai capito. Quando sarai guarita sarai sicuramente più forte e migliore di prima. Se ti conforta e vuoi leggere la storia di giulia vai all’indirizzo: http://www.arcobalenodellasperanza.net/arcobaleno/raccoglieremo-i-fiori.html
    Ora Giulia va all’asilo e il prossimo anno inizia la prima elementare ed è tornata a fare le cose che fanno i bambini della sua età. E’ cambiata, è più forte ed è più matura. Ora tocca a te cara Yanna. Senza fretta, ma pensando che un giorno tornerai meglio di prima.

  10. Ciao Arianna perchè usi il verbo morire, tu vivrai e lo farai anche benissimo perchè cisono e ci saranno tantissime persone che ti aiuteranno. Alla tua età è bello vivere e si muore solo se non si ha la gioia della vita. Coraggio piccola, vedrai che crescerai, amerai e vivrai nel modo piu bello, come piace a te. Da parte di un vecchio-bambino tutto l’affetto e l’augurio di un domani migliore. Ciao piccola grande donna

  11. oggi mi sento bene..nn sento malattia dentro di me..e alle volte penso che vuol dire che nn sta tornando se nn la sento…io vincerò,oggi sento che andrà così…grazie per il vostro affetto,siete delle persone meravigliose..
    La storia di Giulia da una gran forza…da queste malattie si guarisce,nn è un utopia…e anche lei crescerà e amerà la vita in modo particolare..unico..ce la faremo!

  12. perchè stasera mi sento triste??sento tutti i mali di questo mondo..vorrei urlare e mi dicono di stare calma, ma nessuno capisce…neanche i miei genitori capiscono cosa mi sento dentro, tutte ste schifezze che ho in corpo, sn sformata e sto male..vedo gli altri stare bene e penso che a me capit metà giornata a settimana..che nervoso!!!domani prelievo e martedì 10 chemio..ci avviciniamo alla fine, tutti sn felici e io ho una paura bestia per il mese senza medicine..il mese di prova lo chiamano..alle volte penso che la mia vita ormai è rovinata, nulla sarà più spensierato come prima…nn è giusto!

  13. Buongiorno Arianna, gli alti e i bassi ci sono, e credo che dovrai imparare a conviverci. Il fisico ora è debilitato dalle medicine che stai prendendo, e non sono medicinali leggeri, questo lo sai. Ma tu devi essere forte e combattere contro questi momenti no. Non è facile, lo posso immaginare, se può consolarti io ora è un pò di tempo che ho smesso la terapia, però ho anche io i miei momenti no, non è facile da accettare, ma non posso fare altrimenti, tanto poi so che passato quel momento quei giorni torno a stare bene. Bisogna avere tanta ma tanta pazienza.
    Non devi dire e pensare mai che non sai come andrà a finire la tua storia, e non lo devi neanche pensare che non arriverai ai tuoi 23 anni… scommettiamo che li festeggeremo qui???? 🙂 devi continuare ad essere la gioia della tua famiglia!!
    E se vuoi che la tua storia dia sotegno a qualcuno che ci passerà come te, bè cara Arianna rimboccati le maniche e inizia ad essere positiva, questo ti aiuterà 🙂
    Lo so non è facile, non è facile vedere che il fisico non è come prima, che le forze non sono più quelle, che deve esserci qualcuno ad aiutarti…ci vuole tempo Arianna, credimi, tempo e pazienza perchè poi tornerai a fare tutto quello che facevi prima. Andare al mare da sola, continuare tutti i tui progetti..,ricorda, ci vule tempo e pazienza, ma soprattutto tanta forza, la forza di non mollare mai, che ti permetterà di continuare a vedere il sole.
    C’ è una canzone di Elisa che dice:il segreto è fare tutto come se vedessi sempre il sole!!! 🙂
    Un grande abbraccio

  14. Ciao Yanna ,
    il fatto stesso che io stia scrivendo questo messaggio significa che SI PUO’ VINCERE la leucemia …
    Certo , a volte è dura e ti sembra che tutto ti crolli addosso, ci saranno momenti in cui vorrai combattere e momenti in cui cederai alla rassegnazione…. ma in quei momenti pensa prima di tutto a te stessa …..
    Io a breve faccio 40 anni , ne avevo poco più di te quando mi hanno diagnosticato la leucemia , il percorso lo conosci , chemio, sofferenze ecc ecc , a volte la bastarda torna a trovarmi , cosi per farmi sapere che non si è dimenticata di me ….. però vedi , il fatto di poter festeggiare i 40 per uno che non doveva neanche arrivare a trenta …. beh, la dice lunga ..

    Quindi non mollare, mai…..
    Un abbraccio !!
    Giuseppe

  15. Ciao Arianna…tutti noi possiamo capire quello che stai attraversando, purtroppo molto spesso non si è lucidi nel ragionare, ci facciamo prendere dal panico, ed è come vivere nell’incertezza…Ma come dice Stella bisogna essere ottimisti, bisogna pensare che ci sarà sempre un domani, ci sarà sempre un nuovo sole che risorgerà per noi…Coraggio Piccola, capisco che adesso è dura, ma continua a lottare, continua a guardare al domani…sono sicura che diventerai una bravissima biologa marina…Ti abbraccio forte e ricorda che siamo tutti con te!!!

  16. forza e ottimismo cara, forza e ottimismo…
    non smettere di fare progetti, non è giusto, non devi rinunciare…saranno loro a darti la forza di continuare e di realizzarli…

    due anni fa ho avuto un linfoma di hodgkin. dopo sei mesi di chemio, mi sono presentata per la tac di controllo e la frase più bella, più giusta e più vera, me l’ha detta il radiologo: “questa è una malattia da cui si guarisce. tu sei giovane e forte e sei guarita”.
    ti abbraccio
    sissi

  17. Non ti faccio discorsi di retorica, Coraggio Arianna perche” io dopo 5 anni, conservo solo un ricordo della malattia. Forza Cara♥Y

  18. Ciao Arianna. Ho letto la tua storia e sono tornato indietro di 17 anni fa. Non disperare, hai saputo fare molte cose nella vita, nonostante la tua giovane età. Io ho avuto mio figlio Emilio colpito da questa bestia di malattia, la leucemia. Nel 96 venne sottoposto a trapianto presso l’ospedale di Perugia.Non sto a raccontardi quante sofferenze, ne faccio volentieri a meno. Dopo una degenza di 6 mesi, fra camera sterile e non, viene dimesso. Dopo un anno e mezzo ritorniamo in Sicilia, ove vivo. Ormai è un brutto ricordo. Certamente ogni anno va a Perugia, per il controllo. Oggi ha 32 anni, fa le stesse cose che fanno i suoi coetanei. Sta bene. Certo qualche strascico rimane.
    Ho voluto raccontarti questa storia, seppur in modo superficiale, per farti capire che esiste la guarigione da questi mali.
    Tu cara Arianna, ce la farai, ne sono certo. Anzi dopo che ti rimetti in sesto, hai il mio invito a trascorrere qualche giorno in Sicilia.
    Non abbandonardi e reagisci. So che sei demoralizzata, ma un pizzico di forza e tanta fiducia, ti farà uscire da questo lungo tunnel buio.
    Se me lo permetti un grande abbraccio ed un in bocca al lupo. Ciao

  19. ciao cara yanna,
    purtroppo alla tua giovane eta’ devi combattere…ma fallo con tutta la grinta che hai!la malattia debilita,rende la mente un po’ fragile……ma pensa a tuo futuro.
    anche mio marito ha avuto la leucemia..e come tutte le persone ha lottato….fatto il trapianto!i suoi controlli ormai sono solo ogni 6 mesi(esami aangue,visita ematologica!guarito!
    non leggere su internet tesoro,ti confondi le idee e poi come ci diceva il primario di ematologia del san raffaele…ogni caso e’ a se.
    forza arianna tra poco compirai 23 anni una vita davanti a te…….mi raccomando ,pensa!….infondo a una strada buia troverai sempre l’arcobaleno!
    un forte abbraccio
    lory

  20. Arianna, non ti conosco ma sappi che ti sento così vicina!!! Ogni giorno è una lotta, ma vivi ogni istante presente e non mollare mai! Quando senti lo sconforto arrivare pensa a quello che hai scritto in questa lettera, ai tuoi desideri, sono i tuoi obiettivi! Ogni giorno, ogni istante ripeti con te stessa:”NON SONO SOLA! Ho tanta forza in me, negli altri, nel mondo, in Dio che mi ha dato la vita e vuole per me che raggiunga obiettivi grandi.”
    Forse le tue fatiche sono un po’ meno semplici, ma questo non importa!! Importa che sei UNICA, come lo siamo tutti e ognuno di noi ha una strada davanti da costruirsi giorno per giorno!!!! 🙂 Non è vero che non puoi studiare, non puoi fare questo o quello… NON E’ VERO! si tratta solo di adeguare i tuoi desideri a te, senza nessuna fretta… senza nessun confronto con gli altri.. altrimenti se ti rattristi, fai il gioco della bastarda… invece la devi sfidare sta bastarda e digli “IO TI SPEZZO IN DUE E MI RIPRENDO LA MIA VITA PERCHé E’ UN MIO DIRITTO E MI PIACE”… ok? Forza e coraggio sempre, ci saranno alti e bassi sono sicura, ma sappi sempre dargli la giusta dimensione a questi momenti e non chiuderti al mondo, parla col mondo… il mondo ha voglia di averti al suo fianco sempre, perchè sei parte di esso!!! Un abbraccio pieno di gioia e di affetto!!!! Con tutta me stessa! Baci grandi! Daniela

  21. oggi ho parlato con il professore, mi ha detto che ai fini della mia remissione l’importante è che la pet sia negativa..la mia risposta completa c’è stata a metà trattamento, ora bisogna essere ottimisti e pensare che c’è una possibilità minima che questa malattia si riaffacci nella mia vita..e se tornerà la cureremo di nuovo!!una vita in ospedale insomma…ma la mia mamma dice che andrà tutto bene,che nn sarò in quel 12%..e quando mi dice così ci credo anch’io..finirà tutto prima o poi,voi mi testimoniate che la paura a volta porta a sfocare la realtà..domani vado dalla psicologa,chissà che nn mi aiuti un pò..

  22. Stella spero tanto un giorno di conoscerti perchè ti reputo una persona meravigliosa…voglio venire presto a Roma per rivederla..spero di poterlo fare e durante la mia visita incontrarti, guardarti negli occhi e vedere la gioia di chi ce l’ha fatta…

  23. Ciao bellezza!
    a parte la mia storia che puoi leggere qui sul sito ti racconto brevemente una cosa..
    Ho appena parlato con un’amica che anni fa ha sconfitto il linfoma…e pensa mi stava raccontando quanto è capricciosa la sua bambina di 6 mesi…siiiiiiii una bellissima splendida bambina! è difficile lo so…io sono finita in ospedale a 5 mesi dal matrimonio…lo dico a te ora il mio sogno di avere un figlio un giorno non è scemato…mi dicevano che dopo il trapianto sarebbe stato quasi impossibile…NN SO PERCHè IO NON CI HO MAI CREDUTO!e a 6 mesi dal trapianto le mie ovaie sono belle sveglie!non so se questo si avvererà…io ci spero 😀 nonostante i giorni brutti che ci sono stati non ho mai smesso di vivere nella mia mente le mille cose che avrei voluto fare e che farò!!certo la patagonia dovrà attendere un pò…ma magari alle galapagos mi ci puoi accompagnare te come biologa marina!!dai dai pensa che fico!!!!

    ti dedico questa canzone che mi piace un casino!

    p.s. fai bene a parlare con qualcuno..anche io ci vado…
    bacio cuccioletta!FORZA!

  24. P.S. guarda quante persone ti vogliono bene…l’avessi scoperto prima l’arcobaleno!!;-)
    SENTIRSI UN Pò SOLI è NORMALE…qui capisci che non è così!!

  25. Ciao piccolina capisco il tuo sconforto perchè leggo che le cure sono veramente pesanti ma voglio ritrovarti qui tra 4 mesi a festeggiare il tuo compleanno e so che sarà così un abbraccio forte Milly

  26. Ciao Arianna, qui oggi splende il Sole spero anche da te, cosi ci mette di buon umore 🙂
    Con molto piacere quando verrai a Roma mi offrirai un caffè!! ihihihi 😛
    Meravigliose sono queste persone che ti stanno sostenendo, e che hanno preso a cuore la tua storia.
    Stringi i denti…ti aspetto! 🙂

  27. si siete tutti meravigliosi…offrirò cffè a tutti,voglio offrire tutto quello che posso…quando vedrò la luce in fondo a questo tunnel..ormai le mie terapie finiranno per la settimana santa..e sn iniziate la vigilia di natale..spero che il Signore voglia simboleggiare una resurrezione anche per me..

  28. Buongiorno Arianna!
    Stamattina qui c’è un bel sole!
    Oltre a ribadire ciò che ti ho scritto qualche giorno fa, ti dico di non pensare ai numeri, alle statistiche, alle percentuali. Non serve, perchè tu puoi essere e sarai la testimonianza reale che sono solo banali numeri. Ciò che conta è tutta la vita che hai dentro, la forza e il coraggio per affrontare le ultime settimane di terapia e dare un calcio definitivo a questo dolore che ti porti dentro.
    Spero che l’arcobaleno risplenda dentro di te. Di sicuro qui non sei sola!!!
    Ti abbraccio forte 🙂

  29. CIAO ARIANNA,TIRA FUORI LE UNGHIE E AGGRAPPATI ALLE COSE BELLE DELLA TUA VITA CHE TI RENDONO FELICE!!!GUARDA SEMPRE AVANTI E NON ABBATTERTI MAI!UN ABBRACCIO ALESSANDRA.

  30. Ciao, Arianna. Devi avere soprattutto fiducia in te stessa ed essere ottimista. Non sono stati ancora scoperti tutti i segreti che sono nascosti nel nostro cervello, la psiche umana è ancora ben lontana dall’essere compresa nei suoi più intricati meandri ma, ormai, una cosa è quasi certa. Il nesso che c’è tra un buon stato d’animo e l’evoluzione di alcune malattie, anche abbastanza serie, e vedrai che un giorno non lontano si troverà pure una qualche conferma scientifica in più rispetto ad oggi tra il benessere psicologico e quello fisico. La tua malattia è senz’altro curabile e vedrai che con una buona disposizione d’animo, ce la potrai sicuramente fare a superare questo momento difficile.
    Auguri vivissimi ed a presto su questo forum per darci delle tue notizie di pronta guarigione.

  31. cara piccola vai avanti sò che tutte quelle cure che hai fatto ed a cui devi credere ti porteranno alla remissione completa sii fiduciosa sei giovane e con tanta voglia di vivere ,vedrai che i tuoi sogni si realizzeranno a poco a poco nn è facile andare avanti lo so anch’io sono stata come te (vedi testimonianza da paziente a volontaria) adesso sono pure diventata nonna di nicolò e vivo x lui ,vedrai farai tante belle immersioni e poi ci farai vedere le tue belle foto,dammi notizie piccola yanna…..

  32. Ciao Yanna! come stai? come stanno andando le cose? anch’io come te… anch’io come Marianna M…ecc… e siamo ancora qua 😉
    Abbraccione grande!

  33. Cari amici che mi avete supportato in questi mesi,scusate la mia lunga assenza..sono arrivata anch’io agonizzante alla mia REMISSIONE COMPLETA!Ora dovrò fare 20 sedute di radioterapia,ma ahimè le chemio e il cortisone mi hanno lasciato un regalino…per un mese e mezzo sono stata inchiodata a un letto senza avere le capacità e le forze di alzarmi, gli ematologi sempre più convinti che la mia malattia fosse tornata e mi avesse colpito le ossa, sempre più convinti di farmi biopsie su biopsie ed io sempre più scoraggiata,piena di lacrime che chiedevo al Signore che mi togliesse tutto quel male che sentivo e chiedevo alla mia mamma “perchè ancora?cosa avevo fatto di male?”…e poi la svolta,niente tumore alle ossa, ma una severa osteoporosi che mi ha causato 5 crolli vertebrali…ora sto ricominciando a camminare,nonostante il male,nn riesco ancora ad essere autonoma e mi demoralizzo quando vedo che non riesco a raccogliere nulla di quello che cade a terra…forse piano piano riuscirò a recuperare la mia vita,ma intanto…SONO VIVA!!!!!!Grazie..

  34. Forza Yanna!! non mollare proprio ora, la strada è stata di nuovo in salita, ma come vedi piano piano ne stai uscendo e stai rivedendo la luce lungo il tunnel. Non scoraggiarti, anche se non è facile, se ancora non riesci a raccogliere le cose…presto raccoglierai i fiori anche tu!!!
    Un abbraccio!!! 🙂 🙂 🙂

  35. W Yanna!! presto ti riprenderai! felicissima per la tua remissione! 😀 … adesso la radio (anch’io ne ho fatte 20) finiscono di pulirti per bene! ma il piu duro è passato! fra un po’ le vacanze estive… e un meritato riposo alle porte per riprenderti dei vari acciacchi!
    :*

  36. Yanna, non leggo più di te, fammi sapere come stai… Ma sono certa che è tutto ok ma che ti sei scocciata di leggere tristezze qua dentro… Anche se leggo di tanti amici che ti hanno fatto compagnia con parole e consigli pari alla migliori delle terapie… Io vivo la tua stessa esperienza dallo scorso agosto. Stesso linfoma NH al mediastino. Ha colpito tutti noi, me, mio marito, le mie due figlie, nonostante si trovi nel petto di una sola di loro. Ma ce la faremo. Abbiamo finito chemio e radio e siamo in attesa a giorni del primo controllo. Tutto è andato bene ad oggi e credo fermamente che continuerà ad andare così. La positività è importante, niente deve scoraggiarci, niente! Un bacio piccola. sincero e grandissimo.

  37. Ciao,
    vedo che dal 2011 nessuno ha più commentato. mi piacerebbe sapere come stai? Io ho 33 anni e da settembre combatto con un linfoma NH T al 4° stadio. sono stata ricoverata, ho avuto i miei alti e bassi a seguito della terapia. ora sto facendo l’ultimo ciclo di chemio e poi tra un mese ( come te) farò pet e tac. Condivido, la paura è tanta, ma la fiducia e la forza devono essere piu forti per vincere questa battaglia.
    Mi sono riconosciuta in tanti tuoi pensieri e commenti. e allora per te e e per tutti FORZA, ce la possiamo FARE, le armi ci sono, dobbiamo solo COMBATTERE e NON farlo tornare.
    Spero di leggere tue news presto.

  38. Ho 14 anni e ho molta paura, non ho la leucemia, ma sono anemica, sto prendendo i farmaci ma mi sembrano che questi non facciano effetto e qukndi ho paura di passare a questa malattia, ho un giorno si e uno no di mal di testa da tre mesi

  39. Noemi, non so perche’ hai scritto qui…Stai tranquilla e non vivere nella paura.Se sei anemica e’ normale aver dolori di testa, farai le tue cure e passeranno….sii paziente ..ma soprattutto non pensare ti verra’ qualcosa di diverso e piu’ grave.Pensa sempre positivo

  40. Noemi capisco la tua paura, io ho avuto la leucemia,ora sto bene e ho avuto tanta paura anche io. Il consiglio che posso darti è di stare il più tranquilla possibile ed affidarti e farti consigliare dai medici. Un abbraccio e tienici aggiornati.

  41. Ciao Noemi.
    Non avere paura. L’anima non è la leucemia. Ci sono persone anemiche che lo sono tutta la vita è non sviluppano nessuna forma ematologia seria. Ci sono persone che non sono anemiche che sviluppano questa brutta malattia.
    Vivi con gioia i tuoi 14 anni. Non lasciare che nulla o nessuno condizioni o limiti il tuo cammino. Quello che sarà il nostro destino lo possiamo decidere solo noi. Pensa che brutto guardarsi indietro tra 5 o 6 anni e vedere che una paura ha fermato o condizionato gli anni più belli e spensierati. Ci saranno tante cose per cui preoccuparsi poi. Un bacione Barbara

  42. Ciao Noemi,
    questa tua paura dovresti vincerla solo pensando all’energia dei tuoi 14 anni, e come ti hanno scritto già altri amici dell’Arcobaleno, non affidarti a strane sensazioni, affidati a medici e abbi molta fiducia in loro.
    Non farti influenzare da strani pensieri e valuta bene cosa potresti perdere tra le tantissime occasioni felici di una vita che sta ancora sbocciando solo perchè una strana paura ti assale.
    Forza carissima, il mondo è ancora pieno dei colori dell’Arcobaleno per te.
    Un caro saluto, Armando.

  43. Piccola Noemi!! Penso a chissà quali pensieri ti passano per la testa leggendo di queste malattie, penso alle tante volte che ti sei collegata a Internet per cercare notizie sull’anemia e chissà su quali siti sei finita, di quali malattie hai letto, ecc.ecc.!!
    Beh, posso solo consigliarti di parlare con i tuoi genitori delle tue paure, e soprattutto con i medici che sapranno chiarire meglio di chiunque altro i tuoi dubbi. Cerca di non farti rovinare i tuoi splendidi 14 anni dalle ombre delle tue paure, chiedi notizie direttamente e poi vivi come meglio puoi la tua età!
    Ti abbraccio tanto piccola e ti auguro un futuro meraviglioso e luminosissimo, che la vita ti riservi solo belle sorprese e tanta gioia.
    LauraDP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post