Ciao sono Anna ….5 anni fa cominciai a non stare bene …dolori fortissimi alla schiena mi paralizzavano…sembrava che un punteruolo mi colpisse dentro alle ossa,e più passava il tempo e più i dolori erano fuori dalla sopportazione umana ….dicevano che  si trattava di una lombosciatalgia e mi fecero mettere il busto x 4 mesi riempiendomi di antidolorifici ….intanto i dolori erano sempre più forti tanto da non poter stare più in piedi ,persi molti chili,ormai ero come una candela che si stava spegnendo e all’ennesimo attacco di dolore e solo dopo 4 mesi di sofferenze atroci decisero di farmi una biopsia ossea…da lì l’esito…LINFOMA DI HODKING 4 ed ultimo stadio avanzato…chiamarono i miei genitori e dissero che non avevo molte speranze di farcela…che massimo avevo 2 mesi di vita xckè il linfoma si era intrufolato ovunque:ossa,torace,addome,polmoni,milza,e fegato ….non capivo più nulla era tutto come un incubo ,un tunnel buio dove non sapevo se ne uscivo viva,mi faceva male vedere i miei figli ,mio marito,i miei genitori e i miei fratelli soffrire x me….si sentivano impotenti…e questo mi faceva male più del linfoma stesso….i medici mi dissero che ero molto avanti, troppo debole ma di provarci e di lottare …comincia la chemio 8 cicli di ABVD …belli tosti ma li facevo e non volevo saltarne nemmeno uno,sapevo che era la mia unica possibilita’ di vita…spesso i medici mi dicevano :ANNA COME FAI A SORRIDERE NONOSTANTE TUTTO? io rispondevo se mollo ,se piango e basta e non faccio la chemio posso morire ? e allora fatemi la chemio e che Dio mi aiuti…..ho cercato di fare la vita normale…la mamma e la moglie,sorella e figli….cercavo di farmi vedere sempre combattiva anche se dentro avevo una paura fottuta …ma pur di non dar altre preoccupazioni a chi mi vuole bene piangevo in silenzio …..i primi 6 cicli li  ho subiti abbastanza bene dopo ero più fragile …era arrivato il famoso periodo buio di cui mi avevano parlato, dove sei stanca e vuoi mollare ….le vene erano tutte bruciate e si spezzavano ed ebbi una crisi mi strappai la flebo e dissi Bastaaaaa…..non avevo mai pianto ma questa volta ne avevo bisogno….mio padre mi disse: Anna non mollare adesso,continua a lottare ,abbiamo bisogno di te e se stai male è xckè non è acqua quella che ti mettono nelle vene ma serve a farti vivere …piansi …piansi tantissimo e dopo lo sfogo mi feci riattaccare la flebo… e grazie alla fede,all’amore dei miei cari,alla professionalita’ e umanita’ dei medici ed infermieri e alla ricerca che avanza oggi sono in remissione completa …faccio i controlli ogni 6 mesi…..e come dice il dott. Gargantini mi sto incanalando sulla strada della guarigione,sì xckè ho vinto la battaglia ma non ancora la guerra ..il 28 febbraio ho festeggiato il 4 anno dall’ultima ciclo di chemio….e felicissima di essere qui a raccontarvelo …è dura …molto dura ma non ci si deve arrendere  maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii  in bocca al lupo a tutti e ricordate LOTTARE SEMPRE MOLLARE MAI…baci Anna

3 commenti

  1. Ciao Anna, che la tua testimonianza sial’esempio per tutti e soprattutto per me che lottare e vincere e’ possibile!!!! È dura ma non molliamo!!!! Un abbraccio e buona vita!!!!

  2. Ciao Anna, ti ammiro e sono felice del tuo traguardo,meritato.
    Io ho iniziato la chemio ad aprile,positiva a linfoma e…ho tanta paura e capisco tutto quanto hai scritto.un abbraccio e tanta fortuna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Mostra i commenti sul post