Ogni laboratorio viene condotto da persone che a loro volta vivono o hanno vissuto un’esperienza di malattia oncologica e che condividono la propria creatività e capacità, stimolando, negli altri partecipanti, un ruolo maggiormente attivo. Questo crea un clima di scambio reciproco, in cui ognuno mette a disposizione le proprie risorse, recuperando un senso personale in questo percorso e superando anche il senso di isolamento che spesso la malattia tende a stimolare.

Le attività si svolgono in luoghi accoglienti, sotto la guida dell’insegnante Enza Nicastro e con la collaborazione delle volontarie dell’Associazione L’Arcobaleno della Speranza ONLUS.

Con la speranza che presto potremmo portare questo progetto anche nei reparti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di controllo antispam *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Mostra i commenti sul post