"Ciao, sono Daniela M. Vorrei raccontarvi una cosa strana, che, a posteriori, ho ripensato.

Io sono sempre stata una preda prelibata per le zanzare. Nell’estate del 2006, chissà come, le zanzare mi lasciavano in pace, caso mai tormentavano mio marito che solitamente ignoravano. Poi a settembre si manifestò il mio problema, e fui ricoverata subito nel reparto chiuso dell’ospedale. Sapete che se in una stanza entra una zanzara, e poi non apri mai la finestra, la povera zanzara è costretta a restare lì.

Allora, notoriamente le zanzare pungono chi si dice "abbia il sangue buono" ed erano capitate proprio nel posto sbagliato………. Mi ricordo che a volte quando sentivo il ronzio mi coprivo con il lenzuolo, ma nel movimento imprigionavo sotto il lenzuolo anche la zanzara e sentivo questa zanzara emettere un fischio stranissimo e forte per dimostrare il suo schifo, finchè non la facevo riuscire allo scoperto………. Insomma, sapete che quando la vedevo ferma sul muro, riuscivo a schiacciarla anche senza tanta fatica, tanto era magra, stordita e debilitata dal digiuno!

Poi, grazie a Dio, uscita dall’ospedale e passato l’effetto delle chemio, sono tornata ad avere "un odore umano", e di nuovo preda delle zanzare. E non potete immaginare quanto sia grande adesso la soddisfazione di essere punta!!!!!!!"

Ciao, ci sentiamo presto. Daniela M.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post