Eventi news Obiettivi raggiunti

Truccarsi per sentirsi più belle e continuare a lottare contro la malattia. 31°- Obiettivo

Debora“Sono tornata a casa verso le 14.00, mio marito ha aperto la porta e mi ha detto​: “Amore mio, sei bellissima!”. Poi mi ha stretta forte, con gli occhi che gli si riempivano di lacrime…
Inizio questo racconto, dalla fine di una mattinata profondamente intensa dal punto di vista emotivo, una mattinata dedicata a noi pazienti oncologiche ed oncoematologiche, a noi DONNE…
La società odierna ci chiede di rispondere a dei canoni estetici ben precisi: dobbiamo essere belle, in forma, energiche, con i capelli curati ed un bell’aspetto generale.
Ecco, queste malattie, le nostre malattie, e le loro cure, rischiano di toglierci tutto, tutto insieme…
Vanno via le forze, vanno via i capelli, il viso si gonfia, si deforma… E quando anche le sopracciglia vanno via… Si fa fatica a riconoscersi in quell’immagine distorta…
Questo è stato evidenziato nel commovente filmato che ci è stato mostrato stamattina: il “prima” e il “dopo” di se stessi disegnato dai pazienti, dove il “dopo” era spesso identificato con “brutto”…
C’é una crudeltà estrema in tutto questo… Specialmente per noi donne…
Oggi eravamo tante nella sala ECM del Policlinico di Tor Vergata, alcune più avanti nel percorso di cure, altre ancora nella fase più critica… Donne di tutte le età…
C’era tanto amore negli occhi e nelle parole di chi ha portato avanti questo progetto, un grande entusiasmo… L’idea alla base è che si possa continuare ad essere Donne anche in una fase così critica della nostra vita, riappropriandoci della nostra essenza…
Quella coccola, quel trucco adatto alla nostra nuova immagine, secondo me può aiutare a restituirci autostima e a tirar fuori quella bellezza interiore che la malattia può solo amplificare.
Oggi ho visto donne bellissime, alle quali gli occhi brillavano… Ho visto l’amore di un padre… E gli occhi di una mamma che guardavano con orgoglio sua figlia…
Ho sentito mia figlia dire “Mamma, sei bellissima!!!”.
Non c’era tristezza… C’era “consapevolezza”… Ed il desiderio di dire “Io sono, io sono Donna, io vinco!!”.

Io credo che l’evento​ di oggi abbia regalato un attimo di felicità in mezzo alla tempesta a chi ha avuto l’onore ed il privilegio di esserci.

Deborah”

Sappiamo tutti che la diagnosi di un tumore toglie tutti i colori della vita. Soprattutto per le donne, la perdita dei capelli, delle sopracciglia, la pelle che si rovina è un fattore psicologico molto grave, perchè le fà sentire diverse.

Quello che abbiamo voluto fare in questa giornata per le donne sottoposte ai trattamenti chemioterapici è stato quello di aiutarle a migliorare il proprio aspetto fisico durante e dopo le cure, offrendo informazioni, idee e consigli pratici per meglio fronteggiare gli effetti secondari dei trattamenti: aver cura della pelle, affrontare la caduta dei capelli, truccarsi per riconquistare benessere e autostima. Con unico obiettivo quello di sentirsi davvero bene.

Con l’aiuto e sotto la guida di esperti competenti e sensibili, come Valentina Zatti consulente di immagine, ed Ermanno Spera truccatore cinematografico in poche ore hanno trovato il make-up giusto per rifar trovare il sorriso davanti allo specchio e la forza dentro di se.

Per questa bellissima ed emozionante giornata ringraziamo, oltre al nostro Presidente Maria Stella Marchetti ormai sempre a finco dei pazienti, chi ha sostenuto sin dall’inizio questo progetto, la professoressa Laura Cudillo e Veronica Molinari del dipartimento di medicina U.O.C. Trapianto cellule staminali, la Dott.ssa Maria Ilaria del Principe del reparto degenze di ematologia, la coordinatrice infermierista Maria Rita Mauroni e la Direttrice Generale Tiziana Frittelli per essersi unita a noi con il grido di battaglia: truccate si combattete meglio contro il nemico!”.

Ringraziamo in oltre, Alessandro Divino consulente BioNike, Martina Martelloni di “La Repubblica”, ed infine, ma non per ultime un GRAZIE speciale va alle infermiere del Day Hospital Oncoematologico, Annalisa, Laura, Edvige che si sono adoperate affinchè questa gioprnata riuscisse alla perfezione per le loro pazienti.

Con questa bellissima giornata ricca di emozioni, trucco, abbracci e amicizia, abbiamo ancora dimostrato che UNITI SI VINCE!!!

LaRepubblica Salute

http://video.repubblica.it/salute/oncologia/oncologia-e-bellezza-lezioni-di-trucco-per-le-pazienti-del-policlinico-di-tor-vergata/279130/279728?ref=RHRD-BS-I0-C6-P3-S10.6-T1

 

quotidianosanità.it

Roma. Al Policlinico Tor Vergata il make-up per le pazienti oncologiche
Non solo chemio e interventi. Ma anche trucco, bellezza e relax. Le pazienti oncologiche del Policlinico Tor Vergata di Roma potranno riscoprire la propria bellezza e il piacere della cura del corpo grazie al progetto Diamo Corpo e Cura all’Immagine, ideato in collaborazione con l’Associazione Arcobaleno della Speranza.

20 GIU – Per le pazienti oncolgiche del Policlino Tor Vergata non ci sono esistono solo le cure per combattere contro la propria malattia, ma anche quelle per il proprio corpo, per riscoprire la propria bellezza. “Diamo Corpo e Cura all’Immagine”: è questo il nome scelto per il progetto che il Policlinico, in collaborazione con l’Associazione Arcobaleno della Speranza, sta mettendo a punto. L’iniziativa metterà a disposizione una equipe di professionisti che propongano consigli per un make up personalizzato alle pazienti, su come attenuare i segni della terapia sul proprio viso e ricreare l’immagine di sè, con lo scopo di affrontare con rinnovata forza il percorso di cura.

Ieri è stato inaugurato il progetto. “Anche noi eravamo un po’ titubanti sull’accoglienza di questa iniziativa, imbarazzate su come affrontare la giornata – ha detto la Presidente della Associazione dei pazienti, Maria Stella Marchetti – poi nel corso della mattinata c’è stato un passaparola e si sono aggiunti pazienti dal Day Hospital di ematologia, interessati ed incuriositi all’argomento. Direi un bel successo!“.

Si è cominciato con la presentazione di una ricerca per poi passare alla pratica, consigli di bellezza con prodotti ad alta tollerabilità, scelti secondo le esigenze di donne sottoposte a trattamenti di chemio e radioterapia, precisano i professionisti. Le pazienti sono state attente, sorridenti, disponibili, raccontano di loro; l’atmosfera è stata quella di una colazione tra amiche, anche se l’esperienza della malattia affiora dietro i sorrisi ma è diventata piu’ leggera.

Tante le parole di ringraziamento delle donne che hanno aderito alla iniziativa. Il direttore generale del Policlinico, Tiziana Frittelli , ha portato un saluto emozionato “ Bellezza, forza e coraggio insieme alla consapevolezza di avere cura di sé, pur nella difficoltà. Tutto partecipa alla cura , recuperare energia, valorizzare il proprio aspetto fisico è parte della cura, quando questo sembra l’ultimo dei problemi. La cura del corpo diventa un alleato prezioso. Grazie del vostro esempio e un ringraziamento – ha concluso – a tutti i professionisti che hanno accolto l’invito”.

http://www.quotidianosanita.it/lazio/articolo.php?articolo_id=51928

3 Commenti

  • È una bellissima iniziativa, nessuno pensa all’estetica legata alla femminilità.
    Si è donne sempre ma in questi posti, a volte, si mette da parte la propria femminilità.

  • Come infermiera di Oncoematologia e come donna che ha affrontare un cancro al seno , questa iniziativa era fortemente desiderata da me.
    La giornata è stata un piacevole momento di incontro, relax e coccole.
    Esperti con un grande cuore hanno regalato preziosi consigli e grandi sorrisi alle nostre bellissime pazienti.
    La loro gioia è stata contagiosa e vedere un via vai di colleghe, medici e pazienti partecipare attivamente alla giornata è stato bellissimo.
    Vorrei ringraziare Maria Stella Marchetti per aver reso possibile questa giornata e Veronica Molinari per avermi coinvolto.
    Il grazie più speciale va a voi bellissime pazienti dell’ematologia, con l’augurio di potervi regalare presto altre giornate come questa.
    Annalisa Pieri
    Infermiera dh Oncoematologia
    Ptv

  • una bellissima iniziativa che ha regalato sorrisi alle pazienti . Grazie a tutti .UNITI SI VINCE .

Lascia un commento

Codice di controllo antispam *