Giuliani regala una speranza (23)Ancora forti emozioni si sono provate nell’Auditorium Ennio Morricone di Tor Vergata.

 

Forti emozioni che ci ha fatto vivere lo spettacolo di venerdì 19 Aprile 2013 all’insegna della solidarietà e della sensibilizzazione, ma soprattutto del sano umorismo, grazie ai comici Marco e Mattia che hanno aperto l’evento con il loro divertentissimo sketch sulla banda della Magliana, e al grande comico Romano Antonio Giuliani che con il suo show ha voluto regalare una serata di spensieratezza al pubblico presente. Le sue gag infatti sono un esempio di come convivere con i piccoli problemi quotidiani: affrontarli con leggerezza, autoironia e soprattutto speranza.

Per una volta possiamo dire che ci siamo “smidollati” dal ridere perché Antonio Giuliani è un vero portento, unesplosione di comicità indescrivibile, capace di provocare scrosci di risate continue e irrefrenabili.

Lo spettacolo è stato presentato da Isabella Di Chio giornalista del Tg Regionale Lazio, che con la sua professionalità e dolcezza ha saputo conquistare il cuore di tutti i presenti, così come i Clown Sorrisiamo che hanno intrattenuto con le loro magie e burlonate grandi e piccini.

Tante persone hanno partecipato con entusiasmo, tutte unite in nome di una giusta causa: aiutare a migliorare la degenza dei malati del reparto di ematologia e DH del Policlinico Tor Vergata di Roma e sostenere la ricerca scientifica per poter arrivare alla vittoria finale.

Grazie a ognuno di voi per la bellissima serata trascorsa insieme!

 

Un grazie speciale al Prof. Adriano Venditti del Reparto Ematologico del Policlinico Tor Vergata per averci spiegato l’importanza della donazione di sangue e di midollo e alla caposala Maria Rita Mauroni che come sempre ci ha commosso raccontando quanto siano preziosi i traguardi raggiunti dalla nostra associazione per migliorare il soggiorno dei pazienti affetti da leucemia nei lunghi periodi di ricovero.

Grazie anche al Settore Attività Culturali e all’Ufficio Affari Sociali dell’Università di Tor Vergata e ai Direttori delle Macroaree di Lettere e Filosofia per averci ospitato di nuovo nel loro Auditorium. E infine grazie al personale medico e infermieristico intervenuto, soprattutto per il lavoro che svolgono ogni giorno nelle corsie dell’ospedale.

Ancora una volta abbiamo dimostrato che UNITI SI VINCE!!!

Foto di Alessia Mergiotti – Sfefano Casavecchia e Carlo Viscusi

10 commenti

  1. La serata di ieri sera è stata indescrivibilmente bella, emozionante, viva, piena di tanti sorrisi e di una gioia come dire…piena di speranza. Vedere gli occhi del Professor Venditti brillare di una luce immensa specie durante la sua intervista, mentre parlava del nostro L’Arcobaleno Della Speranza Onlus del grande e importante progetto di cui ora fa parte e di tutto ciò che l’ arcobaleno fa e soprattutto rappresenta, grazie al nostro Presidente Maria Stella Marchetti e anche a tutti Noi che ne facciamo parte… questo e tutto il resto di questa meravigliosa serata mi ha fatto sentire un emozione unica che ti rimane dentro per sempre!!! Forza amici come vedete UNITI SI VINCE 🙂 GRAZIE A TUTTI di ♥ SEI FANTASTICA STELLA standing ovation per Te e ovviamente per Laura De Paolis per la splendida serata!!!

  2. Grazie a tutti ma proprio a tutti per la bellissima serata che mi avete regalato venerdi. Un ringraziamento particolare naturalmente và a Maria Stella che con il suo coinvolgimento piano piano mi ha fatto conoscere ed entrare in questo meraviglioso Arcobaleno della Speranza. Ero cosi confuso ed emozionato, perchè essendo ancora in cura non sapevo proprio se potevo partecipare, ma con la mia forza e la mia caparbietà ho voluto dare dimostrazione a me stesso e agli altri che se vogliamo siamo più forti noi della Leucemia.
    Mi sono cosi commosso nel vedere le foto del reparto e sentire le parole di Maria Stella Marchetti e del Prof. Venditti che ho cominciato veramente a singhiozzare e pensare…!!!
    Poi la serata è stata un susseguirsi di allegria e risate con Marco e Mattia (vedi foto) mi sono rovinato la reputazione 😉 e con il mio mito Antonio Giuliani.
    Per un pò ho veramente dimenticato tutto…
    Grazie di cuore!!! e forza forza forza perchè UNITI SI VINCE!!!

  3. il magnifico popolo dell’Arcobaleno é in festa, perché trapela la conferma che ieri sera sia stato l’ennesimo successo.
    Nessuno di noi, che non eravamo presenti per motivi di distanza geografica, aveva dubbi, ma abbiamo provato l’emozione che dall’auditorium ci raggiungeva nei cuori; abbiamo sentito le calorose risate, il fragore degli applausi, la dolcezza delle lacrime, e il battito dei cuori emozionati…..abbiamo distinto anche lo stupore positivo di chi per la prima volta ci ha conosciuti.
    Per chi è di Roma, aver la possibilità di ridere alle battute di Antonio Giuliani è come ridere ascoltando il fratello più simpatico che scherza insieme a te, seduto a fianco a te….la meravigliosa atmosfera di famiglia che ogni volta L’Arcobaleno riesce a creare con i suoi amici vecchi e nuovi; e quale miglior ambientazione se non quella di un auditorium che è pronto a raccontarsi allegramente la vita di ogni giorno, per testimoniare che il calore dell’amicizia e la solidarietà sono i primi accompagnatori della SPERANZA che tanti nostri amici stanno inseguendo. Ancora una volta l’obbiettivo è stato raggiunto, e i sorrisi e gli applausi sono come il fiocco dorato sul regalo più bello, e il regalo è il messaggio di speranza che l’Arcobaleno continua a donare a tutti gli ammalati, ai loro famigliari, ai medici e agli infermieri, senza dimenticare l’importanza della figura dei DONATORI, la prima vera linfa di rinascita.
    Per dire grazie a tutti credo servano parecchie parole, ma credo che dopo la parola Arcobaleno basta aggiungere un nome per tutti:
    Maria STELLA Marchetti.
    Vi mando un abbraccio e il mio solito saluto: AGGRAPPATI ALLA VITA, PERCHE’ UNITI SI VINCE.

  4. Che dire…son tornata dalla serata piena di gioia e ricca di emozioni (come sempre). Avevo portato con me una decina di amici (estranei a questi eventi)ed è stato bello vedere nei loro occhi quella luce e quell’interesse di chi capisce che donare fa bene a chi lo fa e a chi riceve. E quindi…uscire da quell’auditorium con persone cariche di voglia di dare è sempre un grande e meraviglioso miracolo. Un grazie speciale ad Antonio Giuliani, che, fedele alla promessa fatta la scorsa volta, e’ tornato a dare una mano e non si è “risparmiato” nell’elargire sorrisi, anzi…. Meraviglioso è stato vedere Massimo, il nostro guerriero, lasciarsi portare per un po’ nella spensieratezza, dove la “bestia” non vive. Ma quella sera La “bestia” non era con noi…ha avuto paura di tutto quell’amore, di tutta quella forza, di tutti quei sorrisi e quella voglia di donare che presto, molto presto la elimineranno per sempre. Io ho vissuto la “bestia” da spettatrice, mi ha portato via UN GRANDE AMORE (IL MIO GIOVANISSIMO PAPA’), ma…ho trovato delle persone speciali che con il loro sostegno e la loro forza RISCATTERANNO CON ME TUTTI QUELLI CHE HANNO SOFFERTO E SOFFRONO ANCORA. Grazie Stella e a tutti voi, guerrieri.

  5. …ridere…piangere…..sperare….sganasciarsi… emozionarsi…donare…mio dio quante sensazioni positive….tutte in uno spettacolo….grazie a Tutti…grazie a Voi……tutti interpreti di un qualcosa che non si potrà mai dimenticare. Grazie Stella per tutto questo.

  6. Arrivo anche io, in silenzio e con il sorriso. In silenzio e con il sorriso perchè è proprio così che mi sono sentita venerdì sera; purtroppo non fisicamente presente, ma stesa nel mio letto immaginavo di essere seduta e sorridente su una delle sedie dell’Auditorium, mentre con il mio cuore camminavo silenziosa per la sala, cercando di cogliere la speranza sui volti di chi era presente. Con la mente invece ho cercato di abbracciare tutti quelli che conosco e che erano lì, tutti quelli che non potevano esserci perchè stavano vivendo un momento di sofferenza, tutti quelli che per fortuna c’erano perchè avevano superato un momento di sofferenza, tutti quelli che avrebbero dovuto e voluto esserci e purtroppo non c’erano. E vi assicuro che funziona perchè è proprio qui il senso dell’ Arcobaleno: unire tante anime sotto un’unica Speranza. Se fossi un pittore, dipingerei così l’immagine che ho davanti: un grande arcobaleno su un cielo azzurro, dietro tante nuvole bianche, leggere e soffici, e intorno una marea di persone, ognuno con la propria valigia tra le mani, una valigia fatta di dolori, di sentimenti, di speranze, di paure, di gioie, di amore, di condivisione, di donazione. Ognuno con il proprio bagaglio e la propria esperienza ma con un’unica e grande cosa in comune: la solidarietà. Sarò giovane, sarò ancora troppo idealista, ma è così che immagino un mondo migliore. Grazie per darmi ancora la speranza che qualcosa di bello è sempre possibile.
    Un abbraccio grande grande e colorato con tutto l’affetto che il mio piccolo cuore può contenere.

  7. la nostra Stella ha colpito ancora, una serata meravigliosa e anche un pò magica, con risate e emozione,teatro pieno tutti insieme per una giusta causa , la donazione, per migliorare la degenza in ospedale dei pazienti del reparto di ematologia del PTV, e per sconfiggere la BASTARDA che ha già fatto troppe vittime. grazie a tutti coloro che hanno reso questa serata unica e indimenticabile , non MOLLATE UNTI SI VINCE .

  8. Una serata caratterizzata da un susseguirsi di emozioni, il tutto arricchito da una persona speciale, Stella che con il suo entusiasmo e la sua gioia lascia il segno in ogni cosa che fa. L’arcobaleno e’ una grande famiglia e io sono stra felice di farne parte!!!!!

  9. eccomi ,anche in silenzio vi seguo….è stato un successo e le testimonianze del nostro grande gladiatore massimo e del nostro amato alberto mi hanno fatto sentire ancora una volta vicino voi ,maria stella massimo alberto vanda tina ecc.
    grande maria stella con tutta la mia stima
    un forte abbraccio a tutti
    mollare mai
    lory

  10. Ci avete lasciato dentro un’emozione che neanche 100 palchi potranno mai darci!
    Vi prego, non perdete mai il sorrison MAI!

    Marco&Mattia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post