Oggi è uno di quei giorni in cui ho voglia di tracciare un bilancio della mia vita. Mi guardo allo specchio e sorrido. Sono una persona felice. Dovrei definirmi “serena”, direbbero in tanti, “La felicità è cosa rara”. Obietterei: “Non ci posso far niente. Sono sempre serena, ma spesso mi sento proprio felice”.

Ho una famiglia che amo e che mi ama, amici sparsi quasi in ogni Paese del mondo.Certo, per tracciare un bilancio degno di tale nome occorre anche guardare alle proprie azioni, a ciò che si fa.

Sono un’agente sportiva, ho lavorato per anni come giornalista e ora mi è stato proposto di scrivere un libro. Ho avuto l’opportunità di studiare all’estero e parlo cinque lingue. Se mi venisse chiesto qual è la cosa più importante che ho fatto in vita mia, non sceglierei nessuna di queste però. Non esiterei un istante a rispondere che tipizzarmi,diventare cioè una potenziale donatrice di midollo osseo, è sicuramente il gesto più grande e più bello che mi abbia visto protagonista. Ho preso questa decisione qualche anno fa, quando un amico ha scoperto di essere malato di leucemia e il trapianto rappresentava la sua unica speranza di sopravvivenza.

Durante il periodo della malattia, scrivevo ogni al mio amico e lui rispondeva. A volte, dopo aver letto una sua frase, mi capitava di dover tornare indietro: mai avrei potuto immaginare quali atroci sofferenze potessero causare i tumori del sangue.

Purtroppo lui ora non c’è più. Mi manca ogni giorno e non so che darei per poterlo abbracciare di nuovo anche per un solo momento.

Portare avanti la battaglia a favore della tipizzazione è l’eredità che mi ha lasciato.

Amo molto una poesia di Emily Dickinson che recita:

” Se potrò impedire ad un cuore di spezzarsinon avrò vissuto invano.Se allevierò il dolore di una vita o guarirò una pena o aiuterò un pettirosso caduto a rientrare nel nido non avrò vissuto invano. “

Mi sento di aggiungere:” Se un pochino del mio midollo aiuterà una persona malata a guarire non avrò vissuto invano. ”                                                                                                        Roby

2 commenti

  1. Io aggiungerei alle frasi di Dickinson: “se avessi provato, pur senza certezza, non sarei vissuto invano”. La certezza non fa parte del nostro mondo, la speranza e l’altruismo si, dolce Roby…. Ma io non sono una persona così intelligente e colta come Dickinson, sono solo un donatore di midollo come tanti… Ti ammiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post