Solo tanta tristezza e doveroso silenzio per accompagnare le vittime del terremoto in Abruzzo e sostenere i superstiti.

Solo comprensione e solidarietà per un popolo profondamente toccato da una tragedia tanto più imprevedibile quanto dura.

Tutti noi dell’Arcobaleno della Speranza siamo vicini alla gente di L’Aquila. Tutti noi smidollati sappiamo bene cosa provochi "un terremoto" nella propria vita: per noi è stata la nostra malattia; per le popolazioni colpite un movimento tellurico distruttivo. Tutti noi sappiamo quanto sia difficoltoso ricostruire la propria vita a fronte di una tragedia ma, allo stesso tempo, sappiamo quanto sia necessario rimettersi all’opera prestissimo ed iniziare a combattere contro le avversità. E’ per questo che ci teniamo ad esprimere la nostra vicinanza alle persone coinvolte ed il nostro grazie di cuore a tutti i volontari che lavorano dalla scorsa notte scavando con le mani nella speranza di trovare ancora qualche sopravvissuto sotto le macerie.

Vorremmo che, nel nostro piccolo, il nostro arcobaleno possa di nuovo splendere nella vita di centinaia di migliaia di abruzzesi che hanno, ahinoi, perso tutto ma proprio tutto… molto più di quanto si possa perdere con una malattia: la propria casa, le proprie cose, la propria famiglia… nella maggioranza dei casi a noi queste cose non vengono a mancare…

Inivitiamo tutti a donare sangue: questa è un’emergenza nazionale; dimostriamo a tutti quanto sappiano essere generosi gli italiani. Ma facciamolo con la testa: seguiamo le indicazioni della CROCE ROSSA ITALIANA che comunica quanto segue:

La CRI è stata allertata per l’emergenza dal Centro Nazionale Sangue, ma quantità e date delle donazioni del sangue vengono pianificate, secondo le esigenze, su indicazione dello stesso. Siamo stati invitati a limitare eventuali iniziative spontanee e non coordinate di raccolta di sangue in quanto, seppur lodevoli, potrebbero causare ingenti sprechi di unità di sangue ed emoderivati. Il Centro Nazionale Sangue coordinerà tutte le operazioni in sintonia con la Protezione Civile. In casi di questo genere è importante rendersi disponibili a donare il sangue, ma dobbiamo essere pronti a garantire il rifornimento per periodi anche medio lunghi, ad esempio fino a due mesi e oltre.

Stiamo creando una lista di disponibili per donare il sangue: ci serve conoscere Nome, Cognome, Gruppo sanguigno, telefono ed eventualmente l’e-mail di chi è disposto a donare.

Comunicare la disponibilità:

Ringraziamo sin da ora tutti i cittadini che si sono già resi generosamente disponibili ed a quanti si renderanno e li invitiamo vivamente a collaborare nella modalità sopra indicata.

PER MANTENERSI AGGIORNATI SULL’EVOLUZIONE DELL’EMERGENZA VISITARE IL SITO DEL Comitato Provinciale della Croce Rossa http://www.criroma.org

Stefano Fossati Montelatici
Ispettorato Provinciale
Donatori di Sangue
Croce Rossa Italiana
il Commissario

06.65741198
340/2560915
e-mail:
stefano.fossati@criroma.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post