Io la mattina pulivo casa uscivo a fare la spesa salivo cucinavo e tt, improvvisamente iniziai a sentirmi stanca camminavo a malapena ma sudato tantissimo e la sera qnd andavo a letto iniziava una tosse tremenda, stizzosa, avevo sempre voglia di dormire, cn le gambe nn riuscivo a stare in piedi più di 15 minuti, facevo km a piedi finché una volta x 2 giorni nn riuscì ad alzarmi dal letto facevo esami di ogni specie, andavo e venivo dall’ospedale ma i medici mi dicevano che era stress anche xke gli esami erano ottimi, andai avanti così x 2 mesi. Finché andando di nuovo in ospedale xke nn mi reggevo più in piedi mi fecero un emocromo e i bianchi erano molto alti(precisamente nn ricordo il valore) e la dott mi disse sospetto leucemia.

Solo sentire qst parola sprofondai in un buio totale , iniziai a piangere mentre mio marito cercava di calmarmi ma anche lui stava morendo dentro.

Da lì mi fecero il ricovero e iniziai le mie prime trasfusioni,io tt la notte a piangere fino al mattino nn capivo più nulla, davanti ai miei occhi e nella mia mente c era solo una parola Morte.

Dopo 3/4 giorni salii a reparto,x me era tt strano ,buio vedere tt cn capelli rasati fu allucinante abbracciavo mio marito e piangendo dicevo nn voglio morire,nn voglio perdere ne te ne i miei figli,avevo il piccolo si 3 anni cosa avrebbe fatto mio marito da solo,nn vedevo una via d uscita.

Dopo una decina di giorni dal ricovero in reparto e tt gli accertamenti approfonditi mi dissero di iniziare le chemio,la paura nn mi abbandonava e pensavo se nn riesco a superarla? Cm faccio ?

Mio marito stava cn me notte e giorno senza mai lasciarmi la mano. Comunque iniziai a farmi coraggio e a fare coraggio anche a mio marito che ,anche se credeva di nn dimostrarlo,io sapevo che lui  giustamente stava male. Così feci i miei 4cicli di chemio.  X fortuna andarono tt bn e sn stata in remissione x 10 mesi,pensavo di aver superato alla grande ma nn fu così.

Dp 10 mesi la malattia ritornò, la mia ematologa mo parlo del trapianto.

Sprofondai di nuovo in quel buio,avevo visto tt le mie amiche che mi avevano lasciate ,che nn erano neanche arrivate al trapianto stavo andando in depressione iniziai le mie notti in bianco x la paura mi affidai a Dio, L unica mia speranza e salvezza.  Anche xke precedentemente ebbi una visione dove lui mi guariva ,è così mi feci forza. E feci il trapianto. Anche se siamo una famiglia numerosa xo tra i miei Fratelli e sorelle nn c era compatibilità.  Così il reparto di ematologia mi mise nel registro x aspettare un donatore.

Sn stata fortunata che dopo un po’ di mesi subito uscì il donatore ed era anche compatibile il 10/10

Era tt nei piani di Dio. Oltre ad avere una compatibilità del 100%aveva anche il mio gruppo di sangue. Quando la dott mi disse sta cosa fu in emozione unica. Senza dire una parola dentro me stessa ringraziavo Dio nn potevo crederci.  E così dopo un altra sett di chemio feci il trapianto.  Era esattamente il 22 dicembre 2020. Una data che nn dimenticherò mai. Ho pianto,ho sofferto tanto. Prima e dopo. Ma oggi sn 7mesi e i controlli vanno bn. Spero e credo in Dio che andrà sempre così. Lo ringrazio ogni giorno. E auguro a tutti di vincere qst battaglia Anche se è lunga e dolorosa. Xo nn dobbiamo arrenderci.

Patrizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post