Ciao a tutti. Molti dell’Arcobaleno della speranza mi conosco, per gli altri mi presento: mi chiamo Daniela, ho 36 anni e ne avevo 32 quando mi diagnosticarono un linfoma di Hodgkin. Ci sono voluti 3 anni e mezzo, tante terapie e un trapianto di midollo per venirne fuori, ma alla fine sono stata più forte io del cancro. Non sarebbe stato così senza l’aiuto di tanti donatori di sangue, di cui ho avuto spesso bisogno, e senza mia sorella, compatibile con me al 100%, che mi ha regalato una parte di sé donandomi il suo midollo. Quel gesto, oggi posso dirlo, mi ha salvato la vita. Ma ha cambiato anche quella di Silvia, mia sorella, che pochi mesi dopo è rimasta incinta di una bambina, che era stata cercata e voluta. Quella bambina, Sofia, è nata oggi, e queste righe sono tutte per lei.

Ben arrivata Sofia!

Sedici mesi fa tua madre mi ha ridato la vita e oggi l’ha data a te.

Tu, che ora per uno strano caso della vita mi sei un po’ nipote e un po’ sorellina.

Tu, il miracolo della vita che si ripete.

Oggi più che mai sono certa che niente accade per caso.

Da sempre io e tua madre unite da un rapporto speciale, una vita quasi in simbiosi, per 32 anni, e il destino che dopo tanto ci mette lo zampino, “costringendo” Silvia, alla quale io ho sempre fatto da mamma, a diventare per me l’unica speranza di vita. Lei, quella vita, me l’ha dovuta restituire, e i ruoli si sono invertiti. Ora era lei a doversi occupare di me.

Pochi mesi sono passati da quel 7 ottobre 2011, giorno del mio ritorno alla vita, e sei arrivata tu, quasi un dono del Cielo, una ricompensa per quel gesto d’amore.

La vita che restituisce vita, in un vortice d’amore infinito.

La vita che continua, nonostante le sofferenze e i problemi che a volte sembravano insormontabili.

La mia vita riconquistata a piccoli passi, dopo tante sofferenze, come un vero parto.

La tua vita che inizia, e che porta un nuovo raggio di sole nelle nostre.

Se il karma esiste, il tuo sarà sicuramente positivo. Perché dal gesto d’amore della tua mamma per me non può che scaturire bene infinito.

Zia Daniela

Venerdì 1 Giugno ospite a TV2000 per raccontare la mia esperienza di malattia e trapianto, sperando così di far capire l’importanza della donazione di midollo. Io ho avuto la fortuna di avere una sorella compatibile al 100%, ma ho voluto pensare anche a chi questa fortuna non ce l’ha. Grazie a tutti voi


                                                                                         

8 commenti

  1. Un arcobaleno tutto rosa, dalla piccola Sofia, alla mamma Silvia, che dona il suo midollo osseo per salvare la vita a sua sorella, a Daniela, nata due volte, da un gesto d’Amore che ha portato solo gioia, tanta! 🙂
    Questo vuol dire, che Donare il proprio midollo non è rischioso, che non mette in pericolo la vita di nessuno.
    In questo caso, questo gesto è stato ricambiato doppiamente con due gioie, prima quella di Daniela che l’ha portata verso la guarigione e poi la nascita di questa splendida bambina.
    Noi dell’arcobaleno partecipiamo con gioia a questa nascita, dando un augurio speciale a Silvia e dando il ben venuto alla piccola Sofia, simboli viventi di Speranza.

  2. per una storia così fantastica ho pensato subito ad una canzone che inneggiasse alla vita, non so se sarà quella più indicata, ma il messaggio che deve uscire dal racconto di questa storia è quello racchiuso nel titolo. Tantissimi auguri alla piccola Sofia, alla mamma Silvia e alla zia Daniela.
    http://youtu.be/4xGKFp68l0I

  3. C’è qualcosa che va al di là di tutto, qualcosa che supera ogni tipo di forza… ed è la forza della vita e voi ne siete la vera dimostrazione!
    E il premio della vostra vittoria è un dono inestimabile…una dolce creatura…la piccola Silvia,che DIO la BENEDICA SEMPRE nel suo cammino, così Come la sua mamma Silvia e la sua Zia Daniela 🙂
    Siete grandi e questa storia meravigliosa spero,anzi voglio credere che sia così, entrerà nei cuori di chi in questo momento ha poca speranza, di chi invece se ne frega degli altri, di chi con le sue forze sta lottando ancora e sopratutto a tutti quelli che possono DONARE!!!
    Di nuovo tanti auguri 😉

  4. Cara Stella, ti ringrazio per questo pensiero bellissimo e per avermi sempre seguito in questi anni. Sai bene che il mio percorso non è stato facile, ma oggi sono qui a raccontarlo e ho una speranza di veder crescere la mia nipotina, insieme alle altre due.
    Armando, grazie di cuore del dolce pensiero.

  5. Cara Susanna, grazie per il tuo intervento così sentito. Il mio voleva essere proprio un messaggio di speranza per chi ancora sta lottando, e al tempo stesso uno stimolo per chi potrebbe donare, sangue o midollo, e non lo fa per paura o ignoranza. Tutti devono sapere che questo gesto d’amore bellissimo non implica pericoli per la salute, che non toglie niente, ma semmai aggiunge. Aggiunge vita, amore e speranza. A chi purtroppo rischia di perdere tutto.

  6. Cara Daniela, purtroppo sò, anche se molte volte seguivo silenziosamente le tue avventure, le tue paure, le sensazioni di questo duro percorso, ma vedevo ogni volta che con grande grinta e tenacia non ti sei mai fatta abbattere.. Ecco ora i risultati 🙂
    Forza!!! 🙂

    p.s. hai ragione, dovevo mettere il link della tua storia 😛 ma ero troppo presa da Sofia 🙂

  7. Bellissima intervista, speriamo di aver raggiunto i cuori di qualcuno che era ancora indeciso nell’andare a donare :-)ma sicuramenti ci sei riuscita, brava Daniela 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post