Domani 11 Febbraio sarà la XXII Giornata Mondiale del Malato, il tema è quello indicato dal Papa “Fede e carità- Anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli”, si propone di sottolineare l’importanza di educare ad una cultura del dono di sè gli operatori pastorali e sanitari, le stesse persone ammalate e sofferenti (“ricchezza per la Chiesa” secondo le parole dello stesso papa Francesco), le famiglie e tutta la comunità cristiana. La vita dell’uomo è un dono ricevuto che trova la sua pienezza e il suo completamento solo quando viene ridonata con generosità ai fratelli.

Noi eravamo oggi al Policlinico di Tor Vergata – Roma e ancora una volta, nonostante il bruttissimo tempo che si è scatenato sulla Capitale siamo stati pronti a divulgare l’importanza della donazione di sangue, carente in questi mesi, e a raccogliere fondi per sostenere i nostri progetti.

Con noi era presente anche l’Associazione ADISCO per sensibilizzare le future mamme a donare il proprio cordone ombelicale.

Ma un GRAZIE enorme va a loro, i volontari dell’arcobaleno sempre presenti e pronti a sostenere la loro Associazione, che oggi né il vento, né la pioggia, né il freddo li hanno fermati perché come diciamo sempre: UNITI SI VINCE!!!

 

 

 

3 commenti

  1. IO c’ero……………….e voglio pubblicamente ringraziare chi oggi mi ha ascoltata, ki nn lo ha fatto, ki andava di corsa, ki aveva a cuore un parente malato ed aveva fretta(giustamente),ki si è soffermato per capire e ki frettolosamente mi ha detto solo grazie, chi ha detto passerò dopo e poi nn lo ha fatto, ma soprattutto e dico SOPRATTUTTO, chi mi ha risposto(troppo spesso purtroppo) ” NON MI INTERESSA”……..ecco è a loro che auguro una Buona Vita e di poter continuare a dire”Non mi interessa”………..Noi….Io…”nn mi interessa” nn lo direi e nn lo dirò…………………………perkè Uniti si vince…………..sempre!!!!!!!!!!!!!!!

  2. instancabilmente solari come i sorrisi che regalano speranza, che sconfiggono le nuvole grige, che fanno aprire i cuori con L’Arcobaleno Della Speranza per tutti i malati e per chi ha voglia di aiutare.
    Inarrestabile come la generosità e la voglia di fare di tutti i volontari che accompagnano sempre Maria Stella Marchetti nell’ennesima impresa di SENSIBILIZZARE per credere nella SPERANZA.
    Inconfondibile, come la gioia di poter vedere concretamente un sogno realizzarsi grazie anche all’aiuto di chi ascolta e dona all’Arcobaleno della Speranza onlus.

  3. E oggi con grande gioia ed emozione sono entrata, accompagnata da Stella, per la prima volta in reparto. E’ stata una sensazione stranissima: il silenzio, le camere chiuse, l’asetticita’ e poi: la postazione internet dell’arcobaleno, l’ecografo, la bike, i potenti router per la connessione, l’elettrocardiografo e tutto l’amore con cui Stella è riuscita ad impregnare le mura di quel reparto. Nei suoi occhi c’era luce e sempre, nonostante la fatica e le difficolta’, la voglia di fare e di proporre per continuare a raggiungere nuovi obiettivi. Nel mio cuore c’era la consapevolezza di voler aiutare e collaborare con CHI DAVVERO LO MERITA!!! Grazie, Stella <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post