Copertina“Avevo bisogno di rientrare in quel reparto…
avevo bisogno di rientrarci con un’altra consapevolezza…con altri occhi!
Grazie Maria Stella Marchetti che mi hai aiutato a capirlo…e grazie a lui che mi ha dato la forza di aprire quella porta…le Promesse vanno mantenute e io Andrea Saleggio te lo avevo promesso!” Roberta

“Oggi sono riuscito a recarmi al Policlinico Tor Vergata, dove, insieme agli amici dell’arcobaleno della speranza, come ogni anno, abbiamo addobbato l’albero di Natale.
Con grande piacere ho rivisto i clown di sorrisiamo, anche loro partecipano nell’impegno di portare nel reparto un po’ di allegria con i loro sorrisi.” Ezio

Abbiamo sempre pensato che l’albero in reparto fosse un momento speciale, un momento da condividere con i pazienti donando loro quel pizzico di gioia e speranza, quella ventata di aria fresca che con tanta fatica quotidianamente possono solo immaginare. Quest’anno è stato un po’ diverso, al nostro arrivo purtroppo, abbiamo trovato situazioni non facili che inevitabilmente hanno frenato il nostro entusiasmo. Ci sono momenti in cui il rispetto e il silenzio sono l’unica arma per partecipare alla sofferenza di chi è ricoverato in questo reparto. Anche se in maniera più raccolta abbiamo iniziato l’”albero dei ricordi e e della speranza”, stavolta quasi a creare un ponte tra noi e quella realtà parallela che oltre quella porta tiene la vita legata ad un sottile filo. Ogni pallina un ricordo, un sogno, una vittoria, una speranza. Alcuni pazienti si sono uniti a noi, donandoci quel sorriso che paga più di qualsiasi altra cosa. Vedere gli occhi di chi ha vinto incrociarsi con quelli di chi lotta, percepire l’emozione di chi rientra in reparto dopo anni, affrontando così la voglia di andare avanti con più serenità. Un grazie, stavolta veramente speciale, ai Clown “Sorrisiamo” per il supporto di cui stavolta abbiamo usufruito anche noi. Grazie per aver trascorso l’intero pomeriggio tra reparto degenze e trapianti donando sorrisi e momenti di spensieratezza in quelle stanze isolate e silenziose. E’ così che quest’anno vogliamo augurarvi Buon Natale, un Natale di solidarietà, affinché possiate sempre essere d’aiuto ai malati, ai bisognosi, ai più deboli, vivendo la vostra vita con lo stesso amore e la stessa passione con cui noi, malgrado tutto, oggi abbiamo vissuto questo momento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il contenuto testuale digitato in modo da tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati.

Commenti sul post