Obiettivi raggiunti

1° Obiettivo-7 Dect

DECT

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi riporto la lettera di ringraziamento del direttore Generale del Policlinico Tor Vergata di Roma, Prof. Enrico Bollero, per la donazione di n° 7 dect (telefoni senza fili) per i medici del day hospital, per avere, noi pazienti, la possibilità di essere sempre in contatto con loro, senza passare per centralini o lunghe attese.

Questo  1°obiettivo è stato raggiunto grazie a tutte le persone che hanno acquistato e creduto in questo piccolo progetto, il libro “L’arcobaleno della speranza – anche a noi è successo”, e per questo i ringraziamenti sono per voi, io ho fatto solo da tramite.

Grazie 

 Roma, 14 Aprile 2009

 

Roma, 2 maggio 2010

Gentile signora Stella

le scrivo per ringraziare lei e l’Associazione “L’ARCOBALENO DELLA SPERANZA” per tutta l’attività dedicata al miglioramento dell’assistenza ai nostri pazienti e per aver donato al nostro reparto 7 DECT (telefoni senza fili).

Al termine circa un anno di attività assistenziale intensa, abbiamo verificato la grande utilità di questo strumento per il nostro lavoro.

Dall’agosto 2008, infatti, i reparti di day hospital e di ambulatorio sono stati trasferiti dai due reparti 3°A e 4°A condivisi con l’oncologia al piano –1 della torre 6 con grave disagio per i pazienti a causa della limitatezza degli spazi di attesa e anche per la riduzione degli spazi necessari per le attività cliniche sia ambulatoriali che di day hospital..

E’ stato indispensabile, per questo, riorganizzare i tempi di tutta l’attività assistenziale stabilendo dei turni di utilizzo degli spazi e obbligando i medici a concentrare l’attività di visita in alcuni giorni della settimana (massimo 2 per gruppo). Tutte le altre attività: pianificazione delle attività dei day hospital diagnostici, prescrizione di terapie complesse (chemioterapie, trasfusioni terapie infusionali lunghe), accoglienza di pazienti con emergenze da destinare al ricovero in DH, nei reparti di degenza ordinaria o nel Pronto Soccorso del PTV sono svolte in spazi quali l’open space o la stanza della caposala. Infatti anche la stanza dei medici sono costantemente occupate per le visite ambulatoriali dal gruppo che ne ha la necessità nei vari giorni, dato l’incremento continuo del numero dei pazienti che afferiscono ai nostri reparti.

Dall’agosto 2009, dal capo del Dipartimento di Medicina Interna il prof. Renato Lauro e dal Direttore Generale del PTV il prof. Enrico Bollero ci è stata data la possibilità di ricoverare al 2° piano B i nostri pazienti che necessitano di brevi ricoveri alleggerendo così l’attività che si svolge al piano –1.

In questa attività dinamica ed intensa senza riferimenti spaziali fissi per i singoli gruppi di assistenza ambulatoriale, la possibilità di comunicare continuamente con i pazienti e con le varie componenti dei reparti si è rivelata veramente preziosa per la disponibilità dei 7 DECT donati dall’Associazione Arcobaleno..

Per questo vi siamo tutti grati unitamente ai pazienti che hanno potuto usufruire di una migliore assistenza anche se ancora perfezionabile.

Negli anni passati la Direzione del PTV ha sempre tenuto in grande considerazione la qualità del nostro lavoro per assegnarci spazi e mezzi sempre più adeguati. Non possiamo che contare ancora su questa per dare un’assistenza che risponda alle esigenze dei nostri pazienti.

La ringrazio e la saluto cordialmente augurando a lei e alla sua Associazione tanto lavoro e tante soddisfazioni per gli obiettivi via via raggiunti

Prof.ssa Maria Cantonetti

e tutti i medici, gli infermieri, gli OTA, i volontari dell’UOC ONCOEMATOLOGIA del PTV

Lascia un commento

Codice di controllo antispam *